Welcome



La Periferia con le sue storie, le idee, i pensieri e le immagini di un luogo dove non succede mai niente.

...inoltre: cinema, fotografia, cultura e altre cose che mi passano per la mente.

venerdì 22 giugno 2012

Gipi Vs Fumetti Brutti - L'uomo contro i falliti

















In questi giorni è nata una polemica fra Gipi e quelli di Fumettibrutti.
Il tutto nasce da una recensione su Nessuno Mi Farà del Male di Giacomo Monti. La solita recensione che si spera di trovare in un blog come Fumettibrutti. Cosa è successo? Andiamo per ordine.

-Gipi, sulla sua pagina facebook, ha segnalato l'articolo definendo il tutto un'operazione inutile.
-Contemporaneamente uno dei redattori di Fumettibrutti posta un commento di spam sul blog di Gipi (precisamente QUI) segnalando la loro recensione.
-Gipi risponde per le rime senza tanti giri di parole.
-Quelli di Fumettibrutti riportano il commento in ogni dove, slegandolo dal contesto e diventando di colpo chierichetti educati.
-Gipi s'incazza ancora di più e continua la sua crociata su facebook (la sua e la pagina di fumettibrutti) e nei commenti alla recensione.
-Fumettibrutti intanto vede aumentare le visite a dismisura.

La cronaca dei fatti è più o meno questa.
Bene, vi dico fin da subito che se siete estimatori di Fumettibrutti e i loro pseudo recensori siamo su due linee di pensiero totalmente opposte. Non perdete tempo a leggere questo post perché tanto non lo capirete, forse per intelligenza o semplice cultura, ma non ci capiremo mai.
Perché dico questo? Semplice, li odio. Odio chi fugge dal dibattito, chi vive per distruggere tutto e tutti, e sopratutto odio chi fomenta tutto questo e si nasconde dietro un vetro oscurato di discorsi stupidi per mascherare la propria ignoranza.

Ma cosa è Fumettibrutti in definitiva? Vi basterà una veloce lettura per capirlo.
Avete mai letto i blog di Roberto Recchioni e quello de i400calci? Probabilmente si, visto che ormai viaggiano su numeri incredibili. Fumettibrutti è un palese mix-remake di questi due.
Roberto Recchioni personalità del fumetto non lesina mai critiche e attacchi a colleghi, case editrici ed editori. Dice quello che pensa e si tiene ben lontano dal politically correct.
i400calci invece parlano di cinema, con recensioni e approfondimenti; lontani dal cinema d'autore impegnato esaltano i blockbuster e quei film di intrattenimento con uno stile simpatico buttandola spesso in caciara ma sempre con grande verve critica.
Ecco Fumettibrutti cerca di fare i400calci sul fumetto con tanto di recensori dal nick simapatico, sperando nel successo sulla falsa riga delle invettive alla Recchioni. Ma sono solo una pallida imitazione.
i400calci talvolta fa incazzare con le sue stroncature, ma non è rigido e impostato, lo staff è competente e molti recensori scrivono su riviste quotate; non sparano quasi mai a zero e argomentano sempre. Sopratutto non ho mai visto rispondere con arroganza ai vari utenti.
Di Roberto Recchioni invece si può dire tanto, però ci mette sempre la faccia. Scrivere le cose che scrive lui e lavorare allo stesso tempo nell'ambiente non deve esser facile. Quindi tanto di cappello.

Invece leggo su Fumettibrutti recensioni totalmente prive di senso, commenti arroganti e voglia di sputtanare tutti. Nessuna umiltà e totale mancanza di professionalità. 
Come si fa a recensire una striscia di Zerocalcare come se fosse un'opera di lungo respiro? Perché gli devi dare del finto alternativo se non lo conosci? Sopratutto per quale motivo gli devi criticare se viene menzionato su Repubblica?
Ma che recensione è... prendo quello famoso del momento e siccome tutti se lo inculano qua e là, vi dico che  è il peggio populista che fa finta di essere alternativo, e in verità sta con i poteri forti. Tant'è finisce su Repubblica.it 

Tornando a Gipi, gli vai sul blog commenti un articolo che non c'entra una mazza scrivendo recensione di sicuro interesse con tanto di link. Ma la dignità dove è finita? E' palese che Gipi ha apprezzato il libro di Monti, che senso ha andare a segnalargli una rece dove gli si dice che invece è una merda e che lui c'ha pure fatto un film su quest'obbrobrio. 
Gipi giustamente gli risponde per le rime, con tono maleducato mettendosi sullo stesso piano di PupoAlberto e soci. Se uno ti suona a casa e ti dice che non hai capito un cazzo, la prima cosa che fa una persona normale è di mandarlo affanculo.
Gipi lo manda affanculo da grande scrittore qual'è. E per ribattere i fumettibrutti riportano il suo commento facendolo passare come lo "stronzo", e gli utenti scemi rincarano la dose iniziando a tirare offese sul suo film.
Sapete chi è che fa a gara a chi ce l'ha più lungo, e quando perde tira in ballo qualcos'altro? I falliti.

Gipi è caduto nella trappola della polemica, ma si è dimostrato più uomo di chi ricorre a questi trucchetti per farsi leggere e sopratutto non ho letto nemmeno un commento dove cerca di zittire tutti dicendo: io ho fatto questo e quello, ho vinto tanti premi etcetc...
Trovatemi un'artista famoso come lui, capace di non scadere nel io so io e voi non siete un cazzo.

Scusate lo sfogo. 
Cercando di rimanere obiettivi e critici vi vorrei segnalare come ad oggi per colpa di quest'uomo ->

















le nuovissime generazioni si sentano in grado di mandare a fare in culo chiunque. Cercano di distruggere il lavoro di tutti quelli che ce l'hanno fatta additandoli come responsabili di tutto il male che ci affligge, il dibattito non esiste più, non importa argomentare bene, l'importante è urlare più forte di tutti. Tanto gli altri sono tutti degli stronzi che non capiscono.
Fumettibrutti è un diretto discendente di questa ondata populista. Si difende dicendo che loro sono stanchi dei leccaculo della rete e la falsa ipocrisia, che si divertono a smontare le motivazioni dei fan. 
Ma la verità è che non riuscirebbero ad argomentare neanche una risposta decente in un dibattito serio, e allora proprio come Grillo, anche loro, appena gli si fa una domanda scomoda si girano dall'altra parte a prenderci in giro senza degnarci di considerazione.

In definitiva sono solo dei poveracci.

PS: ad essere un coglione potrei andare sul loro blog e segnalare il mio articolo.


6 commenti:

Anonimo ha detto...

Sottoscrivo ogni riga che hai scritto. Soprattutto quando fai riferimento a Grillo, che mi era subito venuto in mente quandi mi sono imbattuto nel blog di quei cialtroni

Pupo Alberto ha detto...

Grazie.

Fabrizio Spinelli ha detto...

Pupo, ma la versione vittimista di Fumetti Brutti quando apre? Giusto per essere preparati...

Alberto Cerutti ha detto...

Soprattutto si scrive con 4 t

Watanabe ha detto...

Grazie.
Anche se ormai è passato un anno da questo post.

Alberto Cerutti ha detto...

Di nulla.
C'è sempre tempo per imparare.